09/07/2024 11:42

Esperienza positiva di una Allieva allo IAL di Piacenza: da mamma disoccupata a operatrice della ristorazione

Marocchina, 37 anni, mamma a tempo pieno di quattro figli maschi dai 3 ai 16 anni, Khadija Hamidi ha un sogno: aprire un ristorante con menu marocchino e piacentino insieme.

Per questo ha deciso di iscriversi a un corso di formazione e conseguire una certificazione di competenze rispetto al profilo di operatore della ristorazione secondo gli standard della Regione. L’attività formativa, gestita dalla sede di Piacenza dello Ial Emilia-Romagna, si è svolta dal 13 novembre 2023 al 6 giugno scorso.

«Il corso rientra nell’ambito di Gol (Garanzia occupabilità lavoratori), il programma previsto dal Pnrr che ridisegna i servizi per il lavoro allo scopo di migliorare l’inserimento lavorativo delle persone», spiega Paola Trespidi, responsabile Ial di Piacenza.

«L’attività è consistita in 300 ore di formazione, di cui 120 di stage in azienda – aggiunge Carola Orsi, l’orientatrice Ial che ha coordinato il corso, frequentato da Khadija e altre cinque donne – Abbiamo insegnato la pulitura, preparazione, conservazione e stoccaggio degli alimenti, la preparazione di piatti semplici, porzionatura e sistemazione delle pietanze nei piatti, il controllo visivo-olfattivo della qualità delle materie prime e dei piatti preparati, rispetto delle norme igienico-sanitarie, le caratteristiche merceologiche e nutrizionali degli alimenti, criteri e tecniche di composizione di diverse tipologie di menù, le tecniche di cottura tradizionali e innovative, guarnizione e decorazione dei piatti, principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza».

Khadija, disoccupata dal 2019 per dedicarsi alla famiglia, l’anno scorso ha deciso di rimettersi in gioco seguendo la sua passione per la cucina. In passato aveva svolto qualche lavoretto nella ristorazione, ma mai continuativo, e desiderava imparare da dei professionisti.

«I docenti sono stati sempre disponibili a condividere il loro sapere, mentre lo Ial si è confermato un ente accogliente e ben organizzato – dichiara Khadija – Ho appreso tante cose che non conoscevo e che mi piacerebbe approfondire con altri corsi, se ci fosse la possibilità: informatica, pasticceria, tecniche di cucina avanzate, preparazione dei menu, sostenibilità nella ristorazione, cucina antispreco».

Khadija ha ottenuto il certificato di competenze un mese fa e ha già iniziato a lavorare in una mensa, ma per lei questo è solo il primo passo.

«La formazione e qualificazione dei lavoratori offerta dai nostri percorsi – conclude il presidente di Ial Emilia-Romagna Ciro Donnarumma – dimostra quanto sia fondamentale aggiornarsi e formarsi per creare nuove opportunità lavorative e mantenersi attivi in un mercato del lavoro che cambia in continuazione».


altre news


10/07/2024 15:57

Tra turismo e ristorazione il nuovo corso di ITS Academy allo IAL di Imola

  Il turismo mondiale negli ultimi anni ha subito un incremento significativo, riscontrando difficoltà in ambito organizzativo, di selezione e assunzione del personale da parte di attività del settore. Per far fronte a questa condizione, l’ITS Academy Turismo e Benessere – scuola di specializzazione tecnologica post diploma – ha in programma a Imola, a partire…

leggi tutto

01/07/2024 15:03

Formazione Istituto Penitenziario - Ravenna

In avvio presso l'Istituto penitenziario di Ravenna l' operazione "Interventi orientativi e formativi per l’inclusione socio-lavorativa delle persone detenute presso l’Istituto penitenziario di Ravenna (Azione 1)" (Rif. PA 2023-21024/RER - Approvata con DGR 551/2024 del 04/04/2024). I destinatari dei progetti che compongono l’operazione vengono individuati dalla Casa Circondariale di Ravenna fra i detenuti presenti ovvero…

leggi tutto